MADRE , inedito di Sandra Evangelisti, dedicato a Katia Zattoni

IMG_1931_bis   Katia Zattoni , Forlì, estate 2009

MADRE

Nel tuo nome oggi è festa,
Vergine benedetta,
santa e perfetta
Proteggi il  cuore
dal male che ci assale
e strazia corpo ed anima
Tu sei  madre di ogni creatura,
contro  te il male non può nulla
Madre, qui ti preghiamo:
proteggi i nostri giorni
e accogli i figli della  terra
che ti ha visto donna
Il nostro volto non si allontani mai
dalla misericordia fatta qui carne,
dopo risorta a nuova vita
Madre, volgi per sempre
la luce dei tuoi occhi su di noi,
ed in misericordia copri tutti

*

Vergine benedetta,
che porti in te  la  bellezza
dell’intero  universo
abbi pietà di chi non chiede,
stendi su tutti la tua compassione
Madre a cui neppure Dio
può rifiutare aiuto,
ricorda,
non si è mai sentito nei secoli
che tu abbia dimenticato
anche uno solo dei tuoi figli

*

Ora lascia,o Signore
che il tuo servo vada
–         ho guardato il cielo
–         mille volte ormai
–         senza vedere stelle
ho vissuto senza trovare luce
alla miseria che pesa sulla schiena
fatica e poco pane per i figli,
non ho trovato giustizia ai giorni
trascorsi nella preghiera della vita quotidiana
ma ho conservato dentro
la certezza del tuo avvento,mio Signore
non nella carne ma in verità e spirito
Signore, hai mantenuto la promessa:
adesso vedo e posso andare in pace
Ecco, il tuo servo alla fine del cammino
guarda la vita con gli occhi  dell’amore eterno
e non ha fine questo amore
lascia che vada, non mi trattenere,
non ho più forza per restare
ed è concluso ormai il cammino
lascia che vada in questa luce
che mi invade,
e accogli il corpo stanco
con  amore
ecco, io entro nella luce
senza più confine

                                              Sandra Evangelisti (inedito)

Annunci

2 commenti

Archiviato in Uncategorized

2 risposte a “MADRE , inedito di Sandra Evangelisti, dedicato a Katia Zattoni

  1. elena

    Poesia che cattura e commuove.ho avuto un brivido leggendola e ripensando a Katia Zattoni.non sono di forli’, non la conoscevo di persona ma la conosco e la conoscero’ sempre attraverso le sue poesie.

    “ecco, io entro nella luce/senza piu’ confine”. da brivido.anche quando ho saputo la notizia ho sentito un brivido,ma freddo,non come quello caldo,amorevole e materno ,che mi ha fatto sentire questa splendida poesia.mi sono ricordata anche delle poesie ultime di luzi “però si ritrovavano/perduti nell’infinito della perdita/era quello il sogno umano/della pura assolutezza”.

    Ciao Katia!e grazie mille Sandra Evangelisti per la splendida poesia.

    • sandra evangelisti

      Grazie, cara Elena, per il bel commento. Mi fa piacere che lei conoscesse la poesia di Katia Zattoni. Katia ha pubblicato un solo libro “Bucare la polvere” per i tipi de “L’Arcolaio” di Forlì, ma ne ha scritte altre comparse in antologie, o lette da lei stessa in occasione di reading poetici. Era molto brava. La sua è una grave perdita, da tutti i punti di vista.