Sandra Evangelisti (inediti) DUE POESIE D’AMORE

4---Red-beach2-

UN BACIO

Ti voglio scrivere, amore,
per dirti che ieri c’era neve,
le orme bianche coperte dal nero
mi riportavano a te nella sera.
Immaginavo la luna brillare nel cielo
e noi davanti ad una finestra abbracciati,
sfiorati da un velo di tenda  abbassata.
Voglio anche dirti che sei e che rimani
nei miei pensieri
di giorno e di notte.
E non c’è vento che mi accompagni
senza portare con sé la luce
dei tuoi occhi che brillano
quando mi guardi e sorridi.
Se non sento la tua voce
per pochi giorni,
eccomi sola e triste,
abbandonata del tutto:
gatto randagio nascosto
nell’ angolo buio della strada
Volevo dire altre cose,
ma non riesco.
Te le dirò tutte intere
con un bacio.
Allora il tempo si fermerà
e smetterà di gracchiare
come corvo alla sorte.
Avremo il giorno tutto per noi,
ed una notte di luna infinita
per dirci tutte le volte possibili
il nostro amore ed i baci
scambiati per nuvole alzate
nel vento al pensiero.
Avremo notti profonde ed estati più dolci
di quelle del Sud quando Scirocco
accompagna la voce del mare
e sussurra il tuo nome sciacquando alla riva.
E non avrò più paura
del buio
-mai più –
non tremerò mai da sola,
perché l’amore
sarà qui con me.
Non se ne andrà
lontano nel gelo
della strada che scende
senza  ritorno
e lentamente fluisce
all’acqua del fiume.
Sarai sorgente
ed io foce,
oppure acqua scrosciante
e furiosa
nel grembo del mare
che accoglie ed unisce.

IL VOLO

Ogni mattina un diverso  volo di rondini
mi porta a te.
Se vanno a destra l’auspicio è buono:
giorno sereno, luce diffusa,
pensieri buoni corrono lievi.
Giornata calda, pensieri morbidi:
portate a lui le mie carezze,
rondini care baciate dal vento.
Ma se il volo è mancino,
e il cielo denso si copre di scuro,
scendono brividi sulla mia schiena.
State lontane , non lo sfiorate
lasciate intatta la sua allegria
canto vivace della sua mente,
l’anima ardente delle sue labbra
non offuscate con grigi presagi.
Volo turchino, volo amaranto
portate amiche sulla sua pelle,
una carezza con luce di sole.
Solo sorriso, e solo dolcezza,
non lo sfiorate con tristi pensieri.
E se le nubi dovessero incombere
vi prego amiche, cacciatele via:
fate paura col vostro volo
a Zeus Olimpio e a Nettuno nel mare.
Cacciate vento e  pioggia
ed ogni segno della tempesta.
Venite a me nei giorni più scuri,
perché la minaccia sia lontana da lui.
Portate il freddo:
lo farò caldo con il mio amore,
e sulle ali di Primavera andrà da lui.
Niente tempesta, niente più notte
ma solo il sole dei giorni belli
che sono per noi.
strong>

Annunci

4 commenti

Archiviato in poesia versi, Uncategorized

4 risposte a “Sandra Evangelisti (inediti) DUE POESIE D’AMORE

  1. Belle entrambe
    In Un Bacio ho sentito l’ universo dell’ amore, ne Il Volo la libertà dell’ emozione
    Brava, complimenti
    Sorriso
    Mistral

  2. cara Sandra, che dire? il tuo blog è come il ritratto del tuo viso, aperto e sincero, e le tue poesie sono libere e agili… e fragili…

    • sandra evangelisti

      Grazie, caro Giorgio, per il tuo intervento e per le tue parole. Ma adesso chiedo al critico Linguaglossa: perché fragili? Dove( nel linguaggio, nel contenuto, nella forma)e come?(per le metafore, per l’epigonismo, per la parapoetica, o cosa?). Ciao!