POETI CONTEMPORANEI: Caterina Trombetti. Il “canto” all’alba del secondo millennio

Caterina Trombetti è nata a Firenze, dove si è laureata in Pedagogia e ha conseguito il Diploma Perfezionamento post-laurea in Traduzione Letteraria. Vive ed opera a Scandicci dove svolge l’attività di insegnante e si occupa in modo prevalente dell’educazione degli adulti. Precedentemente aveva svolto il suo lavoro con adulti minorati, poi con adulti cui era stata negata la possibilità dell’istruzione scolastica, e poi con adulti all’interno delle carceri. Esperienze che hanno avuto una importanza fondamentale nella sua formazione. Ha collaborato con l’istituto di Educazione degli Adulti della facoltà di Pedagogia dell’Università di Firenze per ricerche sull’apprendimento lungo l’intero arco della vita. Intensa è la sua attività di promozione alla lettura attraverso incontri con gli studenti nelle scuole.tromcate
Ha pubblicato i seguenti libri di poesia: Il pesce nero (1990); L’obliqua magia del tempo (1996); Fiori sulla muraglia (2000); Stelle della mia Orsa (2002); Dentro il fuoco (2004); Frammento (2004); Poesie per Algeri (2012).
Ha inoltre curato la raccolta di poesie Dal cielo cascò una rosa. Voci poetiche dal carcere (2010). Ha ricevuto numerosi riconoscimenti e premi, in Italia e all’estero. Le sue poesie sono state tradotte in spagnolo, francese, russo, inglese e arabo.

Da Fiori sulla muraglia, FLORENCE ART EDIZIONI, Firenze, 2012

SACRA, LA VOSTRA EREDITA’

Da geni ancestrali
generata
ma sgorgato da voi
il senso ed il pensiero,
si è espresso
il vostro seme
nutrito d’amore.

Ho imprecato
al mio esistere,
eppure grata
al vostro incontro
in ogni tempo mi ritrovo.

E’ per me
il mattino che brilla
e il cupo dei tramonti,
le notturne visioni,
l’ardore dei sensi.

Attimi ed infiniti
tempi assaporo
e cammino
e dentro di me vi porto
mentre cresce sempre più
l’intendimento
della sacra vostra eredità.

IL MONDO E’ DI TUTTI

Il mondo è di tutti.
Eppure una élite osserva
dall’alto e si sente padrona
di oggetti e persone.
Dalla sua postazione studia
quel panorama.

Riduzione totale.

Un brulichio in continuo fermento
gli si offre innocente, lo può cogliere
in ogni momento

con la mano enorme che ha.

E l’élite investe se stessa
del potere assoluto di intelletti
e di affetti. Lei sola può capire
lei sola può sentire.
Così, prepotente, si innalza
a parlare per gli altri
mentre dice solo di sé.

Il mondo è di tutti
e tutti sono il mondo.
Laggiù tutto continua,
ciascuno porta avanti il suo destino,
chi si gloria di guardare dall’alto
si illude, guarda solo da qui.
copfiori

Da Poesie per Algeri, FLORENCE ART EDIZIONI, Firenze, 2012

TRACCIA

Non parlo di giorni lunghi
come ombre vertiginose ai poli,
parlo del rapido,
immediato scorrere del giorno
nella sua luce piena,
nel suo abbaglio.

La cecità spalanca le porte.
Omero il veggente,
Omero il narratore errante,
tante voci la sua voce
d’oriente e d’occidente,
la sua voce sempre.

Tam tam di altre vite,
tam tam di altre storie.

Ma è la tua vita, è la tua storia.

Omero cieco nel suo incessante andare
sprigiona il profondo,
parla di eventi, battaglie, viaggi,
di incontri e di prodigi.

Ha spalancato le porte
e ci ha dato la chiave.

copalgeri

Annunci

3 commenti

Archiviato in Uncategorized

3 risposte a “POETI CONTEMPORANEI: Caterina Trombetti. Il “canto” all’alba del secondo millennio

  1. Di tutti i beni che la saggezza procura
    per la completa felicità della vita
    il più grande è l’amicizia
    Epicuro
    da “Fiori sulla muraglia”, Incipit

  2. giuseppebarreca

    Ho gradito molto questa lettura… vi ho visto accenti metafisici e, quais, alla Betocchi…

  3. Ho fatto sempre confusione tra le mie modeste e poche letture e i sogni che da sempre s’assiepano alla mia mente. Uno di questi, il più gradito che sempre cerco di rifare, è quello che si svolge in un gran giardino dove una bellissima donna mi canta o recita versi. Un po’ classicheggiante, lo ammetto, ma lo vivo solo io e lo ascolta solo colei alla quale lo racconto.
    Sono appena stato lì, in quel giardino e c’eri tu a leggermi.
    Ciao