UNA POESIA INEDITA di Sandra Evangelisti

Avrei dovuto sapere che sei vino
e che il vino col pane produce la vita.
Ma quando ho versato acqua nel calice
si è fatta rossa di sangue
e ho avuto paura.
Avrei dovuto sapere che sei padre
e che un padre ama i suoi figli,
ma se non sono una madre
non conosco il sapore del latte dei gigli.
E se sapevo che avevi una moglie
pensavo che io non lo sono
e avrei voluto avere marito.

Ma se ho perso la testa del tutto
è per via del fatto che un uomo così nasce solo una volta
e che quando lo guardi negli occhi ti acceca.
E quando ho udito il canto della Sirena
ho creduto di potere impazzire.
Ma se ho sperato che il sogno potesse durare
ho anche cercato di farlo svanire.
E per punire il mio essere donna
ho calpestato l’amore.

E se ho pensato che un uomo così potesse essere mio
vuole anche dire
che sono una folle che non misura la realtà
a passi di donna ma vola fra gli angeli.
La vita è dura per chi non ha scudo
e potere di terra.
Ma se l’amore è infinito
allora il canto d’amore
non muore
e se non muore riporta la vita
a dimora di terra
e nell’ Uomo.

banner-azienda-agricola-montalbano-scopri-menfi-terra-vino-mare-sicilia

Annunci

2 commenti

Archiviato in poesia versi, Uncategorized

2 risposte a “UNA POESIA INEDITA di Sandra Evangelisti

  1. Questi versi, oltre alla bellezza, hanno il potere di Ammaliare di Vita
    Grazie, Sandra
    Abbraccio da Mistral