UNA POESIA INEDITA di Sandra Evangelisti

Vuole un amore semplice
per tutto uguale come l’ antico:
pesca , mimosa e fiori d’arancio
molto nostrano e prevedibile.
Sì, la passione per quadri d’epoca,
più trasgressivi ma in bianco e nero.
E un desiderio vissuto in disparte
dentro respiri ovattati di luce.
Nel pomeriggio calava quel sole
sfiorando l’alba di nuova vita.
Non può permettere al sole di nascere.
Chi cade d’inverno
non trova l’estate.
Piccolo mondo lasciato in disparte
piccola casa nascosta nel cuore.

yemen_es2v6_T0

Annunci

2 commenti

Archiviato in poesia versi

2 risposte a “UNA POESIA INEDITA di Sandra Evangelisti

  1. nazariopardini

    Poesia calda, esperita di vita e di frequentazione esistenziale; poesia educata da un silenzio di proficua resa emotivo-meditativa. Leggerla significa ritrovarci pienamente nel suo canto per la sua universalità, per il suo slancio verso cime che sfidano la luminosità dell’Eccelso. “Sì, la passione per quadri d’epoca,/ più trasgressivi ma in bianco e nero…”, i suoi nessi allusivi, e la sua polisemica astrazione verbale riescono a donarci quadri analitici di proteiforme resa poetica in una naturalezza espositiva che tocca le corde del cuore. In una narrazione che, alimentata da un’ispirazione diretta, arriva con generosa armonia evitando l’insidia dei luoghi comuni.
    Nazario