Archivi del mese: ottobre 2014

La letteratura invisibile. Pensieri “a briglia sciolta” di Marco Onofrio sul sistema letterario

L'Ombra delle Parole Rivista Letteraria Internazionale

labirinto labirinto

Così recita un passaggio di Treno di panna (1981), il romanzo d’esordio di Andrea De Carlo: «noi siamo racchiusi sotto questa cupola di nevrosi in questo ranch di talenti in attesa che arrivi uno con un lazo a tirarci fuori dal branco e portarci finalmente verso la esposizione totale che ricerchiamo e vorremmo evitare allo stesso tempo». È proprio questa, mi pare, la condizione perpetua in cui si dibattono, mordendo il freno, i talenti invisibili: quelli cioè che non vengono aspersi dal crisma dell’ufficialità, l’unico che garantirebbe loro di essere considerati, di vendere copie dei loro libri e, quindi, di impostare la propria attività letteraria su basi professionali.

escher Labirinto escher Labirinto

 Il passaggio decisivo che consente a uno scrittore di imporsi finalmente come tale (a prescindere dal successo che ne potrà scaturire) è la pubblicazione con l’editore “di peso”. Medium is the message: se lo…

View original post 1.680 altre parole

Commenti disabilitati su La letteratura invisibile. Pensieri “a briglia sciolta” di Marco Onofrio sul sistema letterario

Archiviato in Uncategorized